bio/book
Spettacoli
Letture
Libri e canzoni
Chicche
Cinema showreel
Galleria
Calendario eventi
Collaborazioni

Contatti

 

 

Da 20 giochi

Per fare una poesia

Si prendono sei ragazze che ballano
tre di carne
tre d'argento
due colombi
uno è il sole
uno è la luna
si aggiunge il trillo di un canarino
come odore
basilico e menta
come sfondo
un giardino amico
si soffia

 

Se uno e se l'altro

Si limita il nord con lo specchio
e il sud con il gatto
ci si mette in cerchio
ognuno è il riflesso dell'altro
se uno è cavaliere
l'altro è cavallo
se uno è servo
l'altro è capanna
se uno è re
l'altro è castello
se uno è piede
l'altro è l'ombra di un piede

 

Si gioca in tre

occorre un tavolo, un bicchiere, un divano, una mano

Uno accarezza le gambe di un tavolo
il tavolo si mette a ballare
Uno abbraccia un bicchiere
il bicchiere è un poeta
Uno entra nella pancia del divano
il divano comincia a cantare

questo gioco lo possono fare anche
due persone che si amano

 

Gioco degli innamorati 1

Lui arriva
con la faccia piena di regali
Lei lo guarda
come se volesse aprirli tutti

 

Il gioco delle sedie

Si gira la ruota
chi si inchina dal basso
chi resta seduto dall'alto
chi fa un soffitto con i gomiti
chi allontana la strada con gli occhi
chi raddrizza i polsi degli alberi
Si aspetta che qualcuno venga a baciare
che qualcuno venga a cantare
una sedia è occupata
poi vuota
poi occupata
in tanti vanno e vengon

il tempo stà dicendo:
quello che resta è sedia
quello che scorre è persona

 

Si fa anche se non si sa perché si fa

Uno fa quello che è
Uno fa quello che non è
Uno fa quello che è e quello che non è
Quello che fa quello che è
fa quello che sa
Quello che fa quello che non è
fa quello che non sa
Il terzo non fa quello che è
non fa quello che saù
non sa quello che fa

 

Il poeta è il gioco

Si fa come le cozze
ci si attacca a qualcosa di solido
(i fatti della vita e del mondo ad esempio)
ci si nutre di tutta la sporcizia che c'è
si ingoia
e si sputa
si ingoia
e si risputa
si digerisce
si restituisce acqua pulita
pazienza se lo sporco rimane dentro
quello che conta è sempre e soltanto
scrivere belle poesie